François Burland

Atomik Magik Circus
L'inaugurazione della mostra è prevista per il venerdì 7 maggio 2021

François Burland
Atomik submarine
Installazione

François Burland (1958) è nato a Losanna (Svizzera). Ha iniziato a disegnare da autodidatta alla fine della sua adolescenza. All'età di vent'anni intraprende un primo viaggio nella penisola del Sinai in Egitto. Qualche anno dopo, incontra i Tuareg nel deserto del Sahara. Entusiasmato dal loro stile di vita nomade, cominciò a tornare regolarmente nella regione per una trentina d'anni. Durante i suoi lunghi soggiorni con i Tuareg, ha condiviso la loro vita quotidiana, compresi i loro dromedari e la stregoneria, ma anche i loro 4x4, i cellulari e i kalachnikov.

Burland ha prodotto un'opera abbondante e varia. A seconda di ogni serie e della sua ispirazione del giorno, si avvale di diverse tecniche e materiali. Per i suoi disegni, preferisce usare la carta da pacchi come supporto: applica pastelli, matita colorata e gesso bianco su superfici molto grandi. Le sue creazioni ricordano l'arte sciamanica; combinano fonti storiche, letteratura ed etnologia. François Burland crea anche diversi oggetti - barche, aerei, razzi, automobili - utilizzando materiali recuperati dalle discariche e, più recentemente, diverse installazioni monumentali. Dal 2011 lavora a diversi progetti artistici con giovani rifugiati in Svizzera e, attualmente, la sua attenzione si concentra soprattutto su questi lavori collettivi.